Il progetto "Il pesce sull'Albero"

Target

Il Pesce sull’Albero si rivolge a tutti gli insegnanti che ogni giorno hanno la capacità di mettersi in gioco in prima persona e vogliono quindi accrescere l‘efficacia della loro attività didattica in ambito matematico applicando strategie e soluzioni nuove e migliorative.

Statement

La profonda conoscenza dell’argomento e delle diverse metodologie didattiche sono strumenti imprescindibili per acquisire una solida e pronta capacità di valutazione, competenza indispensabile per saper utilizzare i testi scolastici criticamente, ovvero non come fonte “veritiera” di sapere per definizione ma come solo uno dei molteplici strumenti utili per organizzare attività didattiche a seconda della situazione-classe del momento.

Problem

Conoscenza approfondita degli argomenti, conoscenza delle molteplici metodologie didattiche, apprendimento degli strumenti per una loro efficace applicazione quotidiana: come può gestire tutto ciò l’insegnante che giornalmente è impegnato nel suo lavoro in classe e nello svolgimento di tutti gli altri compiti che la Scuola gli richiede?

Solution

Per questo, ho deciso di creare il Pesce sull’Albero: dopo un percorso di circa 20 anni sia come docente universitario in ambito nazionale (Università di Genova, Università di Torino, Università della Valle d’Aosta) ed internazionale (Purdue University- Indiana-USA), sia come ricercatore in diversi progetti di ricerca, ed infine come insegnante nella scuola dell’obbligo (nel ruolo di supplente), ho potuto constatare che sebbene la ricerca in didattica della matematica abbia fatto passi da gigante, spesso sussiste ancora un forte gap tra tali novità e ciò che arriva agli insegnanti.

Reason why

Uno dei motivi è la mancanza di un passo fondamentale: la trasformazione dell’alta teoria accademica in uno strumento pratico e quotidiano che gli insegnanti possano subito ed efficacemente applicare in classe.

Supporting evidence

Il mio ruolo pertanto è quello di “traduttrice”, per rendere immediatamente fruibili ed utilizzabili in classe le diverse metodologie didattiche, consentendo all’insegnante di acquisirle appieno in tre passi:

  • presentazione di un argomento specifico, sviscerato e riformulato in maniera approfondita, matematicamente precisa, ma allo stesso tempo immediatamente utilizzabile in classe (lavoro che potrebbe risultare ostico e che richiederebbe una lunga fase di lavoro se fosse compiuto autonomamente);
  • sessione laboratoriale in cui analizzare e confrontare le diverse proposte didattiche relative all’argomento trattato nel primo incontro applicandole nella pratica;
  • analisi di testi scolastici per trovare punti di forza e punti di debolezza per sviluppare il senso critico dell’insegnante nel valutare un testo scolastico